Warning: Creating default object from empty value in /customers/3/4/2/outematmusic.it/httpd.www/wp-content/plugins/anspress-question-answer/includes/functions.php on line 2487 Infarinatura generale – Outemat Music

Infarinatura generale

1.63K viewsLive setup
0

Salve a tutti!

Vorrei chiedervi una cosa che da tempo mi blocca nella composizione e che non mi fa aprire la mente e allargare gli orizzonti! Premesso questo vorrei chiedere se qualcuno potesse anche brevemente spiegarmi come funziona il segnale e quindi cosa fanno tutte le varie attrezzature ed in che ordine si utilizzano. Faccio un esempio per rendere più chiaro il discorso. Voglio comporre con una tastira midi , suono con l’aiuto di un programma ci carico su un synth , il progrmma rileva dei segnali midi inviati dalla tastiera e praticamente va a creare una spece di spartito che in seguito leggerà e farà suonare con il suono che abbiamo scelto vero? fin qui penso di esserci ma ovviamente ditemi se sbaglio! . Questi dubbi mi sono venuti dopo aver visto suonare jon hopkins , in quanto a quel che ho capito a casina sua si fa le tracce su ableton e poi con i kaoss pad ci suona sopra, ma il mixer, la lived a cosa servono? E la lived in particolare a cosa serve?

si lo so è davvero confuso tutto sto discorso ma spero che qualcuno di voi mi aiuti a far chiarezza sui miei dilemmi! Grazie a tutti saluti Filippo

0

Per midi siamo OK, per arrivare ad Hopkins cè un pò di tempo 😉

Ciao Filippo, andiamo con ordine. Per quanto riguarda il Midii direi che hai le idee abbastanza chiare. Quindi si, una volta collegata la tastiera midi al tuo mac/pc ed esserti assicurato nelle preferenze midi/sync di Live di avere il tuo controller selezionato in “surface” ed aver abilitato le relative porte out mettendo “traccia SI ” , aprendo una traccia midi con uno strumento virtuale caricato (operator analog tension,per citarne alcuni nativi di Live ) sarai in grado se armata(attivo il tasto REC rosso sulla traccia) la traccia di suonare quello strumento. e questo è un discorso.

Per il discorso Jon hopkins ho trovato questo video dove si vede chiaramente il suo setup,e prima di spiegarti cosa sta succedendo, mi permetto di consigliarti di dedicarti alla composizione dei tuoi brani. Quello che riporto nel video rientra nel mondo del “live performing” , quindi detto in parole povere una artista /compositore di musica elettronica che interagisce con le proprie composizioni in real time. I setup sono molto personali: organizzazione logistica , scelta degli strumenti, quando e come usarli.

Qua sotto il link di hopkins

Dunque l unico elemento che non vedo ma ipotizzo sia sotto il Livid (Livid è controller midi per rispondere alla tua domanda) è la scheda audio ( si collega usb o firewire ) Altri elementi e loro funzione sono :

-Scheda audio : da Live vengono indirizzati 6 steams (6 tracce separate o canali) a 6 output distinti ( per es 1-2 , 3-4 , 5-6 a coppie)

-3 kaosspad Kp3: le tracce suddivise in Live entrano nei Kaospad ( A , B , C )

vengo usati come multi effetto processando il segnale in ingresso

-Mixer audio da DJ ( entrano i sei output dei 3 KP3 – e viene rebounciato (unito nuovamente , “to bounce ” unire )

-Livid :controller midi per comandare parametri di Ableton Live

Spero che in qualche modo ti sia stata utile questa delucidazione sul suo setup.

detto questo,prima di pensare ad un proprio setup per una Live -performance ripeto mi focalizzerei sulla composizione dei propri brani, quindi all utilizzo di Live.

Per usare Live al meglio :

-Leggere il manuale è ben fatto e in italiano.

-Seguire lezioni interattive in Live

-Guardare tutorials il più possibile

-Praticare,praticare.praticare.

0

Sei stato illuminante !

Sei stato illuminante ! Grazie davvero! Cmq non fraintendere l’esempio del set di hopkins era solo perchè vedendolo mi ha incuriosito particolarmente capire come funzionasse una vera sessione live fatta di strumenti e schede audio , mondo a me completamente o quasi oscuro dato che compongo solo con l’aiuto di un arturia minilab e reason 5! E quindi sono rimasto affascinato in primo dal potenziale che ha il live ma sopratutto dalla stupenda e divertente interlocuzione con la traccia che tante volte sembra follia con reason… Infatti vorrei riuscire a suonare con il computer e tipo un qualcosa per modulare il suono che esce dal computer magari selezionando anche dei canali specifici , per riprendere l’esempio di hopkins tipo modulare con dei kaoss ma come potrei fare quello che penso? C’è qualche altra cosa per modulare in manirea intuitiva come col kass ? Tutto questo però non so davvero come farlo…. Infatti mi sta incuriosendo ableton proprio perchè credo che per fare ciò sia molto meglio no? Oppure vorrei trovare una via di mezzo tipo riuscir a suonare con reason in ableton con il rewire ma non so….. Sono molto confuso…. Saluti grazie ancora

Stato della connessione